Il mese de La Pagina Aprile – Maggio 2015

Politica

(24 aprile) Miloš Zeman in visita dal Papa. Il Presidente, dopo l’incontro con Francesco, annuncia che il Pontefice potrebbe giungere in visita in Repubblica Ceca entro la primavera del 2018, quindi entro la scadenza del mandato dello stesso Zeman. Alcuni osservatori commentano questa anticipazione con un certo scetticismo. Intanto rimane sempre aperta la questione del concordato fra Stato e Chiesa, non ancora firmato in Repubblica Ceca.

***

(9 maggio) Zeman si incontra con Putin. Recatosi a Mosca, in occasione dei festeggiamenti per il 70° anniversario della fine della Seconda guerra mondiale, il Presidente ceco riceve i ringraziamenti del numero uno del Cremlino per la sua posizione di contrarietà, dopo la crisi ucraina, alle sanzioni anti Russia di Usa e Ue.

***

(13 maggio) Praga contro quote accoglienza Ue. Il no della Repubblica Ceca alla proposta della Commissione Ue giunge, insieme a quello della Slovacchia, dopo una riunione congiunta dei governi dei due paesi svoltasi a Valtice. Ad annunciarlo sono i premier Bohuslav Sobotka e Robert Fico. “Non siamo contrari alla possibilità di aiutare chi ha bisogno, ma non possiamo creare rischi per la sicurezza e problemi al nostro paese” sottolinea il ministro degli Interni, Milan Chovanec, il quale propone indire referendum popolare, nel caso Bruxelles insistesse con tale progetto.

***

(29 maggio) Ministro silurato per mobbing. Al capolinea l’incarico di Marcel Chládek, socialdemocratico, a capo di Scuola ed Educazione fisica, accusato di comportamenti gravemente irrispettosi e arroganti nei confronti dei più diretti collaboratori, soprattutto donne. In 16 mesi sono dieci le collaboratrici che hanno chiesto il trasferimento. Chládek si difende di essere vittima di una campagna diffamatoria orchestrata dal ministro delle Finanze Andrej Babiš, ma poi è costretto a farsi da parte.

 

Cronaca

(7 aprile) Sequestro record di cocaina a Praga. La droga, 117 kg di cocaina purissima, è rinvenuta nascosta in un carico di banane di un supermercato della frazione di Zbraslav, proveniente dalla Colombia. Una volta tagliata e commercializzata, avrebbe alimentato il mercato interno per sei mesi, consentendo un introito di un miliardo di corone. Non è chiaro però se la Repubblica Ceca fosse paese di destinazione o di transito.

***

(15 aprile) Muore Stanislav Gross. L’ex premier, malato da alcuni anni di sclerosi laterale amiotrofica, scompare all’età di 45 anni. E’ ricordato per essere stato il più giovane primo ministro della Repubblica ceca, nominato quando aveva 35 anni. Si era ritirato da tempo dalla vita politica, dopo uno scandalo riguardante un finanziamento non trasparente per l’acquisto di un appartamento. Un anno fa l’annuncio di un avvicinamento alla fede cristiana e le scuse agli elettori per aver deluso la loro fiducia.

***

(25 maggio) Emergenza acqua non potabile a Praga. Agli abitanti dei quartieri di Dejvice e di Bubeneč viene intimato di astenersi dal bere e utilizzare in cucina l’acqua del rubinetto, che risulta contaminata da batteri coliformi. Suggerita attenzione anche a tutti gli abitanti di Praga 6. Numerosi i cittadini presentatisi al pronto soccorso, alle prese con problemi intestinali. Il problema, le cui cause rimangono non del tutto chiare, viene risolto solo dopo alcuni giorni. I giornali evidenziano che l’acquedotto di Praga in alcune sue parti è in funzione da più di un secolo, e che da questo punto di vista la capitale ceca è fra le peggiori fra le grandi città d’Europa.

Economia, affari e finanza

(1 aprile) České aerolinie a maggioranza privata. Travel Service porta a compimento l’acquisizione di una quota del 34% da Česky aeroholding, diventando così il secondo principale azionista della compagnia aerea ceca. Azionista di maggioranza, con il 44%, è Korean Air, che dà il via libera all’ingresso di Travel Service.

***

(6 aprile) Quattro nuove stazioni metro a Praga. La linea A è prolungata da Dejvická sino all’ospedale di Motol, passando per Veleslavín, Bořislavka e Petřiny. Un’opera iniziata nel 2009, costata venti miliardi di corone, di cui sette finanziati dalla Ue. Non mancano le critiche, di quanti sostengono che la città avrebbe dovuto dare la precedenza a un collegamento diretto fra il centro e l’aeroporto.

***

(13 aprile) Repubblica ceca 22° nel mondo per qualità della vita. L’Italia al 31° posto. E’ il verdetto del Social Progress Index, pagella messa a punto dall’Università di Harvard per misurare la qualità della vita in 133 paesi valutando –  oltre il prodotto interno lordo –  58 parametri „sociali“ tra cui tutela dell’ecosistema, sicurezza, sanità, libertà politica e d’espressione ed accesso a educazione e risorse. La testa della classifica mondiale è formata da Norvegia, Svezia e Svizzera.

***

(13 aprile) In treno per l’aeroporto di Ostrava. Il “Leoš Janáček” diventa il primo scalo della Repubblica ceca ad essere collegato direttamente alla linea ferroviaria. La stazione di competenza si chiama Mošnov Ostrava Airpor.

***

(21 aprile) Parte il restauro del Národní muzeum. Presenti il premier Bohuslav Sobotka e il ministro della Cultura Daniel Herman si svolge la cerimonia di consegna delle chiavi del Museo nazionale ai rappresentanti del consorzio di aziende (Metrostav, Prumstav a Imos Brno) che provvederà ai lavori. Un appalto da 1,325 miliardi di corone. I lavori dovranno concludersi nell’ottobre del 2018. Nel frattempo verrà organizzato un concorso architettonico per gli spazi espositivi.

***

(29 aprile) Nasce a Brno il Poligono cibernetico. Si tratta di un laboratorio – realizzato in collaborazione fra l’Università di Brno e l’Ente per la sicurezza nazionale Nbu – specializzato nell’analizzare e simulare attacchi hacker contro banche e sistemi delle telecomunicazioni. Il progetto è costato 22 milioni di corone, somma finanziata dal ministero dell’Interno. Il centro prenderà parte anche a esercitazioni Nato.

 ***

(30 aprile) Il mega centro logistico di Hodonín. Il progetto sarà realizzato nei prossimi quattro anni, in prossimità del fiume Morava (affluente del Danubio), con un investimento di 27,5 miliardi di corone. Lo prevede un accordo di collaborazione che il comune ha sottoscritto con la società Doe Europe Se, promotrice e finanziatrice del progetto. Il centro logistico servirà come luogo di arrivo per container di tutto il mondo, trasportati per via fluviale.

***

(11 maggio) A Brno il centro servizi Htc per l’Europa. La società di Taiwan, produttrice di telefoni cellulari e tablet, realizzerà lo stabilimento nella zona industriale Černovická terasa. A confermarlo è Ctp, compagnia che metterà a disposizione il fabbricato. Htc opta per Brno dopo aver valutato anche Ostrava e Olomouc. Prevista l’assunzione di circa mille dipendenti.

***

(14 maggio) Da record export ceco degli armamenti. Nel 2014 fa registrare un valore complessivo di 11,8 miliardi di corone, con un incremento del 55% rispetto all’anno precedente. Le cifre preliminari sono annunciate dalla Asociace obranného a bezpečnostního průmyslu, l’associazione che riunisce questo tipo di produttori. La cifra relativa al 2014 è superiore di quattro volte rispetto a quella raggiunta dieci anni fa e del doppio rispetto a quattro anni prima. Incidono l’aumento della competitività delle aziende ceche, la svalutazione della corona e le situazioni di instabilità in campo internazionale.

***

(18 maggio) Prezzo del mattone torna a crescere. La valutazione delle abitazioni comincia ad avvicinarsi in Repubblica Ceca in maniera significativa al livello pre-crisi. La Banca nazionale prevede per quest’anno un rincaro fra il 3% e il 4% rispetto al 2014, mentre il prossimo anno la crescita dovrebbe oscillare fra il 4% e il 5%. A far crescere la domanda sono in primo luogo il costo dei mutui ipotecari, basso a livello record, e la ripresa della economia.

 ***

(18 maggio) Vincita record all’Eurojackpot. Un giocatore ceco, rimasto anonimo, indovina la combinazione fortunata e si aggiudica un premio di 2,446 miliardi di corone, qualcosa come 90 milioni di euro. Superato il precedente primato dello scorso anno, stabilito da un giocatore in Finlandia (61 milioni di euro). Il biglietto risulta venduto a Pardubice con una giocata da 400 corone.

***

(29 maggio) Pkp Cargo compra Awt. Con questa operazione, uno dei più importanti business di aggregazione in Europa nella logistica ferroviaria, la compagnia polacca diventa il secondo principale attore nel mercato del trasporto ferroviario merci della Repubblica Ceca. Pkp realizza l’obiettivo strategico di aprirsi una porta verso il sud dell’Europa, in vista dello sviluppo del corridoio Baltico-Adriatico. Per la cessione dell’80% di Awt, Zdeněk Bakala incassa 103 milioni di euro.

 

Varie

(17 maggio) Il Canada vince i Mondiali di hockey. Il torneo, svoltosi in Repubblica ceca, nelle città di Praga e Ostrava, si conclude con il 6 a 1 inflitto in finale dai canadesi alla Russia. La manifestazione registra cifre da record, non solo per quanto riguarda il numero degli spettatori, ma anche per gli incassi delle società di scommesse e degli alberghi delle città di svolgimento.

***

(18 maggio) Viktoria campione della Rep. Ceca. La squadra di Plzeň vince matematicamente il campionato di calcio di massima divisione, il terzo della sua storia, sconfiggendo in casa per 2 a 0 la compagine di Jihlava. A due giornate dalla fine guida la classifica con sei punti di vantaggio sullo Sparta Praga.